Essere più originali

stump-2

stumptowncoffee.com

E’ Agosto e come al solito qualche amico è venuto a farmi visita. Ancora una volta la gente che arriva per la prima volta a Portland si stupisce di come la città sia bella e vivibile. Non tutti gli Stati Uniti sono come Los Angeles!

I miei amici, con tanto di colletto Fred Perry regolarmente alzato (non sanno che qui si usava negli anni ’80 e non si accorgono degli sguardi divertiti dei locali) ovviamente sapevano già cosa comprare, e dove mangiare e bere.
I soliti marchi che trovi anche in Italia, solo più economici per via del cambio. Non hanno nemmeno considerato le piccole boutique di designer locali dove si puo acquistare qualcosa di originale.
Altro classico è il caffé. Ogni italiano che si rispetti, quando in visita negli states, ha imparato che il nome del caffé è Starbucks. Non ho niente di personale contro la compagnia di Seattle, ma volevo solo far presente che esistono centinaia di piccoli produttori locali, specialmente qui nel north west.

Uno fra tutti è Stumptown Coffee, di Portland, Or.  Il loro caffé è molto più buono di Starbuks. I loro (pochi) locali aperti al pubblico sono molto originali e così la gente che li frequenta.
Per favore, siate più curiosi, non ve ne pentirete.

One Response to “Essere più originali”

  1. Tommaso says:

    Basta con questi stereotopi da saccenti.L’America non è Starbucks(anche se i muffin ai mirtilli …uhm che delizia).L’originalità contraddistingue la “land of the free”,non dimentichiamoci che gli usa hanno dato vita a menti come Jim Morrison Eric Clapton Bob Dylan Freddy Mercury…e tanti altri che incarnano alla perfezione la parola “originalità”,fai bene a scrivere questo articolo,noi italiani crediamo di sapere tutto e non vogliamo accettare il fatto che riguardo le altre culture non sappiamo un ca….volo.

Leave a Reply